Un bilancio UE per concentrarsi sui giovani

10 ottobre 2018

Ieri in Commissione Bilancio è stata approvata a larga maggioranza la mia proposta di risoluzione sul progetto di bilancio UE 2019.

Come Relatore Generale al Bilancio Europeo sono molto soddisfatto che il Parlamento abbia scelto di avere come priorità per il Bilancio del prossimo anno la crescita sostenibile, l’innovazione, la competitività, la sicurezza, la lotta alle cause profonde dei flussi di rifugiati e migranti, la loro gestione, la lotta ai cambiamenti climatici e una vera e propria transizione verso l’energia sostenibile, senza tralasciare il punto focale della nostra proposta: una particolare attenzione sui giovani.

I programmi a sostegno dei giovani, infatti, sono il punto sul quale abbiamo deciso di concentrarci maggiormente, come segnale di investimento sul nostro futuro. Il potenziamento del programma Erasmus + e dell’Iniziativa per l’occupazione giovanile, oltre a un aumento dei programmi di ricerca, vanno proprio in questo senso.

Nonostante il Consiglio avesse già proposto tagli considerevoli, abbiamo deciso di ripristinare le cifre da noi proposte, con poche eccezioni. Lo abbiamo fatto, convintamente, perché non capiamo la ratio di tagliare i fondi su programmi di ricerca e infrastrutture, che sono gli stessi programmi volti a rendere l’economia dell’UE più competitiva e innovativa.

Di questo e altro discuteremo con il Consiglio dopo il voto in Plenaria a Strasburgo del 24 Ottobre, quando inizierà un percorso di tre settimane con i colloqui di “conciliazione”, al fine di raggiungere un accordo tra le due istituzioni in tempo per il bilancio del prossimo anno che sarà votato dal Parlamento e firmato dal suo Presidente il 29 novembre.

Piccola nota di politica interna: ieri come Partito Democratico ci siamo dimostrati dialoganti nei confronti del Movimento 5 Stelle, votando un loro emendamento sulla Libia che tutelava gli interessi del nostro Paese. La loro risposta è stata quella di non presentarsi in Commissione Bilancio (come spesso accade). Ognuno tragga le opportune conclusioni.

Vi terrò come sempre informati sugli sviluppi delle prossime settimane, con la speranza che si possa davvero chiudere un Bilancio Europeo attento alle esigenze dei cittadini.