Economia e bilancio

È ora di dare ai cittadini - tutti, anche quelli che non ci credono - un nuovo sogno europeo.

Daniele Viotti

Proviamo a pensare ali vantaggi che l’Europa ha portato nelle vite di ognuno di noi. Viviamo nel continente con il cibo più sano e controllato del mondo, dove ci sono le migliori condizioni per vivere, dove si invecchia di più. Possiamo curarci in qualsiasi ospedale dell’Unione facendo sì che siano le reciproche mutue ad accordarsi. Possiamo viaggiare, muoverci con estrema facilità, e lo fanno anche le merci, un grande vantaggio per tutti i produttori europei. Erasmus, per studenti e lavoratori, scambi culturali, ricerca, sviluppo. Ci sono norme, regolamenti, progetti europei che hanno reso migliori le nostre vite di cittadini comunitari che non possiamo mettere a valore, è un bene incalcolabile. Fare il calcolo del dare/avere in termini di tassazioni non è intelligente. A me piace raccontare quali vantaggi porta l’Europa ma anche quelli che potrà portare. E’ ora di dare ai cittadini – tutti, anche quelli che non ci credono – un nuovo sogno europeo.

Quel sogno diventa realtà e appassionerà tutti noi se riusciamo a dare una prospettiva di integrazione reale, l’Europa deve farsi carico dei problemi come la disoccupazione giovanile e l’esclusione, deve diventare campionessa del mondo dei diritti, attenzione e sostegno a ogni grado d’istruzione, dagli asili nido all’istruzione universitaria. Non più solo banche, finanza, rigore dei conti ma una speranza di futuro, l’idea di essere comunque pronti a sfidare il domani, sapere che dalla tua parte c’è un’Europa che non ti lascia solo.