EUQUALITY – PDF

Questo libro – scritto assieme a Micaela Ghisleni – è un viaggio in Europa. Un atlante che permette di capire come il tema dei diritti civili non sia una faccenda da legare all’agenda politica della Sinistra o del più largo campo dei progressisti, ma sia una faccenda di pura e semplice civiltà. Come si sente dire spesso nei corridoi del Parlamento Europeo: «LGBT rights are human rights».

Uscito in occasione dei Pride 2017. Non è stata una scelta casuale. I Pride, infatti, sono l’unica manifestazione laica rimasta a raccogliere un consenso pressoché unanime, oltre le parti politiche, portando nelle piazze centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo. Non Italia. Non Europa. Mondo. Quello che si fa nei Pride non è solo divertimento, ma rivendicazione e conferma del proprio posto: qui stiamo, e non arretriamo. A chi mi chiede come mai si continua a manifestare in giro per il mondo, anche in paesi dove hanno già ottenuto tutto, come la Spagna, rispondo sempre che è ancora più importante farlo adesso: i diritti non vanno solo ottenuti, vanno presidiati.

Oltre al senso politico, questo viaggio nell’Europa dei diritti permette a tutte e tutti di sapere quale tipo di tutela si ha nel paese specifico in cui ci si trova: con leggi, riferimenti e possibilità di rivendicare e indicare.

Bisogna lottare per i propri diritti, e bisogna sapere di quali diritti si dispone.

E alla fine la raggiungeremo, la nostra luna. Ne sono certo. La nostra luna si chiama uguaglianza.

Vai al libro