Il Partito Democratico è il partito dei diritti civili

25 gennaio 2018

E con questo considererei chiusa la polemica: IL PARTITO DEMOCRATICO È IL PARTITO DEI DIRITTI CIVILI.

Per quello che ha fatto nel corso della Legislatura più sgangherata della storia (Unioni Civili, Dopo di noi, Biotestamento, Legge sul caporalato, etc…). E per quello che ha intenzione di fare: dare più diritti a tutti i cittadini e le cittadine italiane.

Ringrazio La Stampa per questo confronto sui programmi dei partiti politici in tema di diritti civili.

Vedete, in questi anni mentre approvavamo le leggi di cui sopra, continuavo a rispondere a tutti che si trattava solo di primi passi e ho sempre sostenuto – e oggi ne sono ancora più convinto- che nel nostro Paese si raggiungeranno traguardi importanti sui diritti civili solo quando il PD sarà pronto.
È vero, tante volte mi sono arrabbiato anch’io col mio partito. Per certe lentezze, per alcune mancanze o per scarso coraggio.
Ma una comunità politica grande come la nostra, spesso ha bisogno di tempi lunghi per approdare a decisioni finalmente coraggiose.

Come sapete, io sono convinto da tempo che il Partito Democratico sarà il primo partito alle prossime elezioni ma che difficilmente avrà una maggioranza parlamentare per governare.

Una cosa però è certa: qualunque sarà la maggioranza, qualunque sarà il Governo, la via dei diritti civili sarà tracciata ancora una volta dal Partito Democratico.

Posted by Daniele Viotti on Thursday, 25 January 2018

Posted by Daniele Viotti on Thursday, 25 January 2018