Giornalisti de L’Unità in sciopero

12 gennaio 2017

La mia massima solidarietà ai lavoratori de l’Unità, oggi in sciopero [http://www.repubblica.it/…/unita_licenziamenti_pd_editoria…/]. E’ la prima cosa che voglio dire, ma poi ce ne sono altre.
E mi rivolgo allla maggioranza del mio Partito. Non possiamo essere al pari di quei dirigenti d’azienda che pensano di sanare le loro strutture licenziando i lavoratori. Nonostante l’impegno e la bravura dei suoi giornalisti, questo giornale purtroppo non ha nessuna capacità di incidere nel dibattito pubblico. E – cosa forse peggiore – non c’è la volontà da parte del Partito perché questo avvenga”.
Un giornale megafono delle prodezze del Governo è anacronistico. Così come i militanti non sono distributori automatici di volantini, L’Unità non può essere l’altoparlante della maggiornaza del PD.
Ci sarebbe un’occasione straordinaria da sfruttare. Trasformare l’Unità in una piattaforma collaborativa per la stesura del programma del Partito per le prossime elezioni. Un luogo dove i militanti possano portare il loro contributo.