EMA Milano. Tre punti da prendere in considerazione

21 febbraio 2018

Questa mattina, in Commissione Bilancio, abbiamo parlato della questione EMA. La collega Hohlmeier, Relatrice della Politica Immobiliare Europea, ha con il suo intervento (che potete ascoltare nella prima parte del video) tirato via il velo sulla totale impreparazione di Amsterdam e sul fatto che le condizioni che oggi vengono offerte da Amsterdam per vedersi assegnata la sede di EMA non rispettino gli standard che erano stati garantiti.

Su questa vicenda, credo che siano tre i punti da prendere in considerazione, per rispetto di tutte le cittadine e i cittadini europei.

1 )Dove finirà, fisicamente, l’Agenzia EMA? Abbiamo visto innumerevoli traslochi, senza alcuna garanzia economica rispetto agli affitti che dovremo pagare, e su quanto contribuirà lo Stato Olandese rispetto a questo trasloco.

2) Dobbiamo garantire continuità lavorativa all’Agenzia EMA; e non è ammissibile che a causa di un evento – seppur di grande portata – come Brexit, venga bloccato il lavoro di un’agenzia importante come quella del farmaco.

3 )Quali garanzie abbiamo, come Unione Europea, per quanto riguarda i lavoratori dell’agenzia e le loro famiglie?

Ecco, credo che questi punti vadano affrontati con franchezza e responsabilità.

EMA – Si alza il velo sulle opacità della proposta olandese.

Questa mattina, in Commissione Bilancio, abbiamo parlato della questione #EMA. La collega Hohlmeier, Relatrice della Politica Immobiliare Europea, ha con il suo intervento (che potete ascoltare nella prima parte del video) tirato via il velo sulla totale impreparazione di #Amsterdam e sul fatto che le condizioni che oggi vengono offerte da Amsterdam per vedersi assegnata la sede di EMA non rispettino gli standard che erano stati garantiti.Su questa vicenda, credo che siano tre i punti da prendere in considerazione, per rispetto di tutte le cittadine e i cittadini europei.1 )Dove finirà, fisicamente, l’Agenzia EMA? Abbiamo visto innumerevoli traslochi, senza alcuna garanzia economica rispetto agli affitti che dovremo pagare, e su quanto contribuirà lo Stato Olandese rispetto a questo trasloco.2) Dobbiamo garantire continuità lavorativa all’Agenzia EMA; e non è ammissibile che a causa di un evento – seppur di grande portata – come Brexit, venga bloccato il lavoro di un’agenzia importante come quella del farmaco.3 )Quali garanzie abbiamo, come Unione Europea, per quanto riguarda i lavoratori dell’agenzia e le loro famiglie?Ecco, credo che questi punti vadano affrontati con franchezza e responsabilità.

Posted by Daniele Viotti on Wednesday, 21 February 2018