Bilancio generale 2017 dell’Unione Europea

27 settembre 2016

Questa mattina siamo entrati nel vivo dell’analisi del #bilancio generale 2017 dell’Unione Europea.

La proposta di bilancio ammonta a 143 miliardi di euro. Una cifra che può sembrare enorme ma che – a conti fatti – non è ancora abbastanza per le sfide che l’Europa sta affrontando.
Il bilancio dell’Unione rappresenta meno dell’1% di tutta la ricchezza prodotta nell’Unione Europea.
Noi parlamentari del Gruppo S&D vogliamo garantire che il denaro vada dove è più necessario per finanziare progetti che hanno un vero impatto sulla vita delle persone. C’è bisogno di un bilancio che possa stimolare davvero la ripresa economica dell’Europa, creare lavoro dignitoso per tutti, colmare il divario tra ricchi e poveri, investire in infrastrutture moderne e offrire protezione per i rifugiati.

Qualche giorno fa Socialists and Democrats Group in the European Parliament aveva pubblicato un’infografica (che qui vi ripropongo) dove viene presentata la divisione del budget:

> 13% Competitività per la crescita e l’occupazione: ricerca ed innovazione, educazione, formazione, reti energetiche, trasporti, telecomunicazioni, politiche sociali
> 34,5% Coesione economica, sociale e territoriale: per rafforzare la competitività delle regioni e aiutare le regioni meno sviluppate
> 6% Sicurezza e Cittadinanza: giustizia, affari interni, protezione delle frontiere, politiche migratorie e asilo, protezione dei consumatori, salute pubblica, cultura, gioventù, informazione per i cittadini
> 6,3% Amministrazione: Spese amministrative di tutte le istituzioni europee
> 38,6% Crescita sostenibile: Risorse naturali, politica agricola comune, pesca, sviluppo ambientale e rurale
> 1,6% Global Europe: Assistenza allo sviluppo e aiuto umanitario – che non include il fondo europeo di sviluppo che si basa sui contributi diretti degli stati membri

Nessun testo alternativo automatico disponibile.