A Padova il Tribunale toglie un tredicenne alla madre perché "troppo effeminato"

10 gennaio 2017

Ho letto del tredicenne di Padova tolto alla madre. I fatti non sono chiari e mi auguro siano differenti da quanto raccontati sui giornali. Intanto, questa sentenza ci dice che ancora oggi è in atto un “gender divide” molto forte. Una discriminazione di genere che ha inizio con l’infanzia dove le bambine devono giocare con le bambole e le cucine e i bambini con i supereroi, le macchine telecomandate e le armi. E tutto quello che esce da questi stereotipi viene visto come sbagliato e preoccupante.

Se la sentenza venisse confermata i bambini sarebbero considerati come esseri senza libero arbitrio: a loro non vengono riconosciute le capacità di decidere come vestirsi, a cosa giocare e come comportarsi.
Io continuo a pensare che il problema stia nell’ambiente violento in cui tanti bambini sono costretti a crescere, e non nei brillantini che qualcuno di loro decide di mettersi sul volto.